VICENZA

Centro di Terapia Cognitiva basata sulla Mindfulness per il DOC

MBCT for OCD Center Copyright F Didonna Vicenza Italy

Centro MBCT per il DOC - Vicenza

Sede di riferimento internazionale

Direttore: Prof. Fabrizio Didonna, Psicologo e Psicoterapeuta

Via Luigi Massignan, 4/B c/o Round Center – 36100 – Vicenza

Come raggiungere il Centro MBCT per il DOC

In auto: venendo dall’autostrada uscire a Vicenza Ovest, andare sempre dritti per 3,9 Km seguendo le indicazioni per Verona-Thiene-Schio, procedendo sul Viale degli Scaligeri e poi sul Viale del Sole. Girare a destra in prossimità del centro commerciale Auchan, per Strada delle Cattane procedendo sempre dritti per 700 metri superando la prima rotonda. L’edificio si trova sulla Dx in prossimità della 2° rotonda (7min).

In autobus: Linea 16 e 7 (quest’ultimo in partenza anche dalla Stazione dei treni) fermano quasi di fronte al round center in Via delle Cattane

Che cos’è il Disturbo Ossessivo-Compulsivo

Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOC) è un disturbo psicologico caratterizzato dalla presenza di pensieri, immagini o impulsi (ossessioni) ricorrenti, intrusivi e disagevoli e/o da azioni mentali o manifeste ripetitive (compulsioni o rituali) attuate allo scopo di ridurre o eliminare il disagio e l’ansia causati dai pensieri ossessivi e/o per prevenire qualsiasi conseguenza percepita come dannosa per sé e/o per gli altri.

Da questo disturbo è affetto circa il 2-3% della popolazione in tutto il mondo; spesso insorge durante l’adolescenza o nella prima età adulta, solitamente in maniera graduale.

Il DOC è il quarto disturbo psichiatrico più comune, dopo le fobie, il disturbo da uso di sostanze e la depressione ed è la decima causa di disabilità nel mondo tra tutte le malattie (dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, 1996). È inoltre una patologia che comporta elevati costi per il sistema sanitario e determina significative compromissioni della qualità della vita per chi ne è affetto e spesso per coloro che vivono assieme.

epidemolgy MBCT for OCD

Le persone affette da DOC hanno sviluppato, a volte fin dall’infanzia, una serie di abitudini mentali problematiche, che creano frequentemente una visione della realtà fortemente distorta e minacciosa, la quale attiva emozioni disturbanti (ansia, disgusto, colpa, vergogna) e che spinge la persona ad attuare a scopo difensivo comportamenti compulsivi ripetitivi disagevoli e controproducenti. Tra i rituali o compulsioni più comuni troviamo i rituali di controllo, i rituali di pulizia o lavaggio, i rituali di ordine o simmetria degli oggetti, rituali mentali (contare, ripetersi frasi, parole o preghiere in continuazione) e la lentezza o lungaggine ossessiva. Tutto questo tende a compromettere, spesso in modo grave e invalidante, diverse aree, se non tutte, della vita di chi ne è affetto, tra cui la sfera affettiva, quella lavorativa e quella relazionale, e spesso, conseguentemente, creando un coinvolgimento e disagio anche nelle persone vicine. Inoltre, una delle caratteristiche riscontrate nel problema ossessivo è un sentimento profondo e pervasivo di sfiducia, in particolare nei confronti della propria memoria, delle azioni e delle sensazioni, che alimenta i dubbi ossessivi e giustifica il ricorso a rituali riparativi o preventivi.

Il Percorso Diagnostico-Terapeutico per il DOC

Il Centro per il Disturbo Ossessivo-Compulsivo offre un programma di diagnosi e trattamento innovativo e all’avanguardia per il Disturbo Ossessivo Compulsivo, attuato da professionisti qualificati e con dimostrata esperienza clinica, specializzati in questa area d’intervento.

Il percorso proposto è suddiviso in due fasi, la prima di valutazione e la seconda di intervento terapeutico, rivolte a persone adulte e a persone in età evolutiva (6-18 anni).

PERCORSO-DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO-PER-IL-DOC

Fase di Valutazione

FASE-DI-VALUTAZIONE-per-il-doc

Per attuare un intervento efficace nei confronti della patologia ossessiva è necessario compiere una valutazione il più possibile valida e completa delle problematiche del paziente, della sua storia di malattia e delle caratteristiche cliniche del suo problema.

L’impiego di strumenti di valutazione standardizzati e validati (test, questionari, scale di valutazione, interviste cliniche, colloqui psicologici e psichiatrici) consente di misurare, in maniera ampia e approfondita, le caratteristiche sintomatologiche e il livello di gravità della patologia del paziente, indirizzando conseguentemente in maniera più mirata l’intervento terapeutico e permettendo infine di valutarne l’esito.

Esistono oggi numerosi strumenti validati per la valutazione della sintomatologia ossessivo-compulsiva che permettono una diagnosi chiara e attendibile. Tali strumenti vengono adottati nella fase di valutazione del Centro di MBCT per il Disturbo Ossessivo-Compulsivo.

La fase di valutazione prevede:

1° Colloquio di accoglienza e di screening che include

2° Colloquio con il Direttore del centro per il DOC

LE-FASI-DI-VALUTAZIONE-PER-IL-DOC

Fase di Trattamento

Saranno proposti e concordati gli interventi più idonei rispetto alla condizione e alle caratteristiche di ogni paziente.

FASE-DI-TRATTAMENTO-PER-IL-DOC

La Terapia Cognitiva Basata sulla Mindfulness per il Disturbo Ossessivo Compulsivo (MBCT per il DOC)

La Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC o CBT in inglese) è stata riconosciuta come la terapia più efficace e di prima scelta per il DOC, sia per gli adulti che per i bambini ed è un intervento psicologico evidence-based, cioè basato su prove di efficacia (National Institute for Health and Clinical Excellence, 2005). I pazienti rispondono favorevolmente alla CBT in una percentuale che va dal 62% al 67%, evidenziando una riduzione di almeno il 30% dei sintomi. In particolare, l’esposizione e la prevenzione della risposta (ERP nell’acronimo inglese) è il trattamento psicologico maggiormente validato per il DOC; infatti, il 75% circa dei pazienti trattati con questo metodo migliora significativamente e mantiene i risultati al follow-up (Menzies & De Silva, 2003).

Anche la farmacoterapia si è dimostrata un trattamento efficace per questo disturbo, in particolare l’utilizzo di farmaci antidepressivi serotoninergici (SSRI), con una percentuale di rispondenza che va dal 40 al 60 % dei casi trattati.

MBCT-PER-IL-DOC.

Attualmente le linee-guida internazionali indicano nella terapia farmacologica e nella terapia cognitivocomportamentale i trattamenti più efficaci evidenziandone la sostanziale equivalenza sia riguardo alla percentuale di miglioramento sintomatologico sia rispetto ai casi di remissione. Studi sempre più numerosi sembrano sottolineare la maggiore stabilità del cambiamento ottenuto attraverso la CBT rispetto alla terapia farmacologica. I pazienti con sintomatologia residua in monoterapia, dopo CBT per 6 mesi mostrano un miglioramento clinicamente significativo rispetto a quelli con solo trattamento farmacologico di mantenimento.

Nonostante la disponibilità e l’efficacia dei trattamenti sopra descritti (CBT e farmacoterapia) è necessario evidenziare che essi possono avere alcuni limiti. Tra coloro che soffrono di DOC, vi è un certo numero di persone che non risponde positivamente ai protocolli standard di terapia cognitivo comportamentale e neppure ai farmaci antidepressivi serotoninergici e, nel lungo termine, la farmacoterapia può essere associata a una certa percentuale di ricadute in seguito alla sospensione della terapia. Inoltre, il 20% circa dei pazienti che hanno completato un trattamento CBT può andare incontro a ricaduta.

Oltre a questo, si rileva che l’uso della tecnica dell’Esposizione e Prevenzione della Risposta è associato a una percentuale significativa di drop-out o abbandono della terapia (25%), a causa della sua natura molto ansiogena; inoltre essa non sembra essere molto efficace per soggetti che presentano ossessioni senza compulsioni manifeste (ossessivi puri) e in pazienti con basso insight o limitata consapevolezza di malattia. Per questi motivi procedure e interventi alternativi o complementari che potessero integrarsi efficacemente con i trattamenti attuali per potenziarne l’efficacia e per superare i suddetti limiti sono stati sviluppati e applicati negli ultimi anni per la patologia ossessiva. Risultati incoraggianti sono emersi da diversi studi di efficacia della cosiddetta “terza-onda” o terza generazione della CBT, che include interventi basati sulla mindfulness (MBIs) come la Mindfulness-Based Stress Reduction (MBSR; Kabat-Zinn, 1990), la Compassion Focused Therapy (Gilbert, 2010), l’Acceptance and Commitment Therapy (ACT; Hayes et al., 2012) e la Mindfulness-Based Cognitive Therapy (MBCT; Segal et al., 2013).

La MINDFULNESS è uno stato mentale definito come l’abilità di focalizzare la propria attenzione sull’esperienza interna ed esterna nel presente, in modo accettante e non giudicante (Baer et al., 2006). La mindfulness è un processo mentale multidimensionale che incorpora in sé componenti associate all’attenzione, alla consapevolezza, all’auto-compassione e all’abilità di non reagire e non giudicare (Baer et al., 2008). Nel contesto del DOC l’addestramento alla mindfulness aiuta le persone ad accettare, senza reagire, i pensieri intrusivi-ossessivi, le emozioni disagevoli e le sensazioni fisiche e a diventare più consapevoli delle tendenze reattive della mente.

Attraverso la pratica di mindfulness il paziente apprende a considerare tutti gli eventi mentali (cognitivi ed emotivi) come innocui, transitori e impermanenti, verso i quali perciò non è necessario reagire o intervenire. Questa consapevolezza permette al paziente di tollerare agevolmente le reazioni ansiose condizionate (o altri stati emotivi) e di lasciare che esse svaniscano in modo naturale, aspetto questo che rappresenta l’elemento chiave negli interventi di esposizione efficaci. In questo senso, l’integrazione degli interventi di mindfulness rafforza gli effetti dei trattamenti cognitivo-comportamentali standard incrementando la tolleranza al disagio emotivo e all’ansia causata dai compiti di esposizione utilizzati in tali trattamenti e fa diminuire significativamente il rischio di abbandono della terapia.

TRAINING MBCT FOR OCD

Oltre a questo gli interventi di mindfulness, a differenza della terapia cognitivo comportamentale e della terapia farmacologica, permettono lo sviluppo di alcune abilità cognitive quali il decentramento, la disidentificazione, la validazione sensoriale, l’accettazione, l’auto-compassione e il sentimento di fiducia che sono considerate centrali per modificare o prevenire in modo profondo e duraturo i meccanismi mentali disfunzionali che attivano e mantengono la sindrome ossessiva (Didonna, 2009).

Il programma MBCT per il DOC (Didonna, 2009-2019) è un protocollo di trattamento di gruppo validato e manualizzato, che può essere applicato anche in un formato individuale. Esso integra in modo razionale gli elementi chiave della mindfulness e della MBCT per la Depressione, della Terapia Cognitivo-Comportamentale, della Compassion-Focused Therapy (CFT) e dell’Acceptance and Commitment Therapy (ACT). Il programma prevede un totale di 25 esercizi, finalizzati a intervenire specificamente e in modo profondo sugli elementi centrali della patologia ossessiva.

Durata e struttura

Il programma nel suo formato ambulatoriale prevede un totale di 11 sedute:

DURATA E STRUTTURA MBCT FOR OCD

Elementi Chiave del Programma

Il programma MBCT per il DOC è basato su 7 elementi chiave:

Obiettivi del Programma

In che modo il programma MBCT per il DOC può essere efficace?

OBBIETTIVI-DEL-PROGRAMMA-MBCT-PER-IL-DOC

Informazioni sul Programma Terapeutico

FORMATO: il programma può essere proposto in formato di gruppo (standard) o in formato individuale (eventualmente personalizzato). È possibile proporre il programma in versione intensiva giornaliera (per circa 3 settimane) anche per persone che provengono da fuori regione, con la possibilità di soggiornare in una delle strutture alberghiere convenzionate con il centro.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE: persone affette da Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOC), Ipocondria (paura delle malattie), Rimuginio patologico, Disturbi associati al DOC, eventuali disturbi d’ansia (previa valutazione d’idoneità).

DURATA: 10 incontri a frequenza settimanale, della durata di 3h circa (l’11° seduta corrisponde a una giornata di pratica esperienziale intensiva) + 1 incontro informativo (facoltativo) per i familiari e partner dei partecipanti.

NUMERO DI PARTECIPANTI NEL PROGRAMMA DI GRUPPO: il gruppo è a numero chiuso e può raggiungere un massimo di 12 persone.

MATERIALE: a tutti i pazienti che si sottopongono al programma verranno consegnati dei file audio, contenenti la voce guida con le istruzioni dei vari esercizi di mindfulness previsti dal programma e varie schede e opuscoli da utilizzare per le esercitazioni a casa.

GIORNO, ORARI E COSTI: gli orari, il calendario e il costo del programma vengono comunicati dalla segreteria. Nel formato di gruppo il programma dettagliato con le date verrà consegnato personalmente o inviato via e-mail a ogni partecipante.

ALTRE PATOLOGIE: è possibile prevedere interventi terapeutici specialistici individuali o di gruppo per altri disturbi psicologici non rientranti nelle problematiche ossessive, quali ad esempio Depressione Maggiore, Disturbi d’Ansia, Traumi specifici e Disturbo da Stress Post Traumatico.

Dr. Fabrizio Didonna

 Il Dott. Fabrizio Didonna è Psicologo e Psicoterapeuta, Visiting Professor alla Jiao Tong University of Shanghai e Professore all’Institute for Lifelong Learning of the University of Barcelona. Noto internazionalmente per le sue pubblicazioni e contributi scientifici relativi all’integrazione tra la pratica meditativa di mindfulness e la psicoterapia. È il fondatore del modello terapeutico, nonché autore del relativo manuale, Mindfulness-Based Cognitive-Therapy for OCD (Guilford Press-New York), il primo programma terapeutico standardizzato e manualizzato basato sulla mindfulness per il Disturbo Ossessivo-Compulsivo (www.mbctforocd.com). 

Nel 2006 ha pubblicato con Claudia Herbert il libro “Capire e superare il trauma” – Ed. Erickson ed è Editor e Autore del libro Clinical Handbook of Mindfulness (2009, Springer Publisher, New York, Manuale Clinico di Mindfulness, Franco Angeli), il primo manuale al mondo sulle applicazioni terapeutiche della meditazione di mindfulness, tradotto in 5 lingue. 

Il Dr. Didonna è Direttore del Centro MBCT per il DOC per la diagnosi e trattamento del Disturbo Ossessivo Compulsivo a Vicenza e fondatore e Presidente dell’Istituto Italiano per la Mindfulness (IS.I.MIND). 

Ha partecipato in qualità di relatore e chairman a numerosi congressi e in diverse università in Italia e all’estero, tra le quali Harvard e Oxford, ed è autore di diverse pubblicazioni scientifiche su libri e riviste nazionali e internazionali. È inoltre Coordinatore del Servizio per i Disturbi d’Ansia e dell’Umore e del Servizio per il Disturbo Ossessivo Compulsivo presso la Casa di Cura Villa Margherita di Arcugnano (VI). 

Pratica e insegna la meditazione da molti anni e conduce inoltre numerosi seminari clinici, corsi di formazione e ritiri di meditazione in Italia e in diversi paesi del mondo, tra i quali Stati Uniti, Cina, Israele, Spagna, Gran Bretagna, Finlandia, Portogallo e Bulgaria. È inoltre Direttore Scientifico del Master annuale in Mindfulness-Based Therapy.

dr. Didonna Fabrizio

L’Equipe

Efficacia del Programma e prove scientifiche

Diversi studi scientifici hanno evidenziato nel corso degli ultimi anni l’efficacia della pratica di mindfulness, e in particolare del presente protocollo MBCT, nei confronti del disturbo ossessivo-compulsivo, nel creare un miglioramento sintomatologico stabile e duraturo nelle persone affette da tale patologia. Ulteriori informazioni sul presente programma di trattamento si possono trovare sul sito: www.mbctforocd.com

La descrizione di questo modello di trattamento è oggetto di un manuale pubblicato nel 2019 dal Dr. Fabrizio Didonna con la Guilford Press – New York: Minfulness-Based Cognitive Therapy for OCD con la prefazione del Prof. Mark Williams, Professore Emerito dell’Università di Oxford.

Per informazioni: https://bit.ly/2Xz3WLo

Il manuale è in corso di traduzione anche in italiano, cinese e spagnolo.

Di seguito alcuni commenti al manuale da parte di autori di fama internazionale:

“Questo libro rivoluzionario promette di cambiare il modo in cui comprendiamo e trattiamo il DOC. Scritto con un raro equilibrio di chiarezza, dettagli e profondità, offre un programma sfaccettato per il trattamento di quello che è spesso considerato un disturbo intrattabile. La comprensione clinica penetrante del Dr. Didonna, la padronanza della letteratura scientifica e la sua esperienza personale con la mindfulness attraversano ogni pagina. Il libro è ricco di tecniche pratiche e di vivaci illustrazioni di casi. Questo è un “must read” per ogni medico, studente o ricercatore che voglia aiutare chi soffre di DOC o per comprendere in modo più ampio come le pratiche di consapevolezza possano aiutare ad alleviare il disagio psicologico.”

Prof. Ronald D. Siegel, PsyD, Università di Harvard — Harvard Medical School / Cambridge Health Alliance

“Il Dr. Didonna non ha solo nuove intuizioni riguardo al DOC stesso, ma nel suo programma di 11 sedute sviluppa il modello MBCT in nuove direzioni … Se la scienza e la pratica dell’MBCT devono progredire, hanno bisogno dell’accurata combinazione di saggezza clinica e rigore scientifico che questo libro rappresenta. È il primo manuale per l’applicazione della MBCT al DOC e fornisce non solo le basi per ulteriori ricerche, ma anche la tabella di marcia essenziale di cui i medici avranno bisogno per comprendere e aiutare molte persone che soffrono in questo modo . È un privilegio leggerlo e un onore raccomandarlo a voi”.

Dalla Prefazione del Prof. Mark Williams, DPhil, Professore Emerito di Psicologia Clinica, Università di Oxford, Regno Unito

“Davvero un contributo eccezionale. iI Dr. Didonna, leader mondiale nella pratica clinica basata sulla mindfulness, si avvale di molti anni di esperienza per presentare il suo approccio combinato tra la CBT e la mindfulness. Questo libro offre una comprensione compassionevole della sofferenza delle persone affette da DOC e dei suoi effetti distruttivi sugli individui e le loro famiglie. Include piani di trattamento straordinariamente dettagliati e ben elaborati. Quello che viene presentato è un programma seduta per seduta che consente al terapeuta di strutturare delicatamente e abilmente gli interventi. Il materiale relativo ai casi clinici è illuminante e include diversi dialoghi clienteterapeuta. Questo è un libro sul quale ritornerò più volte. È un regalo per ogni clinico che lavora con questi stati mentali dolorosi e spaventosi e sicuramente è destinato a diventare un classico.”

Prof. Paul Gilbert, PhD, Fondatore della Compassion Focused Therapy (CFT), Università di Derby, Regno Unito

“Questo libro combina una rigorosa scienza psicologica, una profonda saggezza clinica e una profonda comprensione del modello MBCT allo scopo di fornire una nuova prospettiva creativa sul DOC. Sarà di grande beneficio sia per coloro che soffrono di questo disturbo sia per coloro che lavorano con loro per alleviare le loro sofferenze.“

Prof. Ruth A. Baer, PhD, Dipartimento di Psicologia, Università del Kentucky e Università di Oxford

I libri redatti da Dr. Didonna

Pubblicazioni Scientifiche

Di seguito vengono riportate alcune delle pubblicazioni scientifiche che evidenziano il rationale e gli effetti terapeutici della mindfulness e del programmma MBCT per il Disturbo Ossessivo Compulsivo: